Il 19 in Piemonte

Niente skipass stagionali al Sestriere per il 2020.

2 min read

La Vialattea per quest’inverno non venderà gli skipass stagionali. Lo ha comunicato la stessa società che gestisce piste e impianti del più importante comprensorio del nord ovest.

La paura del Covid e le incertezze che ne conseguono colpiscono ancora una volta l’economia locale. Eppure la stagione prometteva bene, almeno al livello meteorologico. Infatti le prime nevicate dei giorni scorsi, anche se in anticipo, potevano far ben sperare per la stagione invernale in arrivo

E invece gli sciatori che erano soliti, proprio in questo periodo, acquistare il pass non potranno farlo, non quest’anno. 

Per gli amanti e gli appassionati dello sci in Valsusa l’acquisto dello skipass della Vialattea rappresentava il classico “rito” in vista dell’apertura degli impianti da inizio dicembre. La rinuncia alla vendita degli skipass relativi al comprensorio della Vialattea è dettata da una motivazione purtroppo prevedibile.

L’incertezza legata all‘evoluzione dell’epidemia di Coronavirus non permetterebbe di programmare adeguatamente la stagione invernale. La comunicazione ufficiale è stata diffusa dal presidente Giovanni Brasso tramite una lettera inviata agli abbonati che fino allo scorso inverno pagavano lo skipass stagionale per sciare per tutta la stagione, da dicembre ad aprile. Lo scorso anno l’acquisto dell’abbonamento costava 1100 euro, tranne che nel periodo promozionale entro metà novembre. Brasso ammette che “oltre ai rischi da pandemia, ci sta pure il fatto che ad oggi non abbiamo ancora la certezza di come e se entreranno in esercizio gli impianti di innevamento pubblici”.

Una decisione che, viene ribadito più volte, è stata presa a malincuore. Anche perché la vendita degli stagionali è stata costantemente in aumento negli ultimi anni.

In ogni caso saranno studiate altre formule di fidelizzazione che permetteranno presumibilmente di avere prezzi scontati per gli affezionati.