Il 19 in Piemonte

No al trasferimento di OIRM e Sant’Anna

1 min read
No al trasferimento nel "Parco della Salute" per gli ospedali Sant'Anna e Regina Margherita
Ospedale Sant'Anna

Facciata dell'ospedale Sant'Anna di Torino

Regina Margherita e Sant’Anna non saranno trasferiti nel nuovo Parco della Salute. Questo è emerso ieri in seguito all’incontro all’Anac, dove si è deciso che non ci sarà il dibattito pubblico e che per aumentare i 1040 posti letto, l’ospedale dei bambini e quello delle donne resteranno dove sono. Nell’area ex Fiat Avio, nella nuova struttura in cui saranno concentrate le attività ad alta complessità degli ospedali della Città della Salute, si trasferirà solo l’area delle Molinette.

Durante l’incontro, dal presidente dell’Anac Raffaele Cantone, è stato ribadito ciò che era emerso già due giorni fa, cioè che procedere con il dibattito pubblico significherebbe azzerare le procedure e ricominciare daccapo. È stata quindi concordata una procedura tecnica di assoluta trasparenza, che non inficia la gara in corso e non comporterà ulteriori ritardi nella costruzione di un’opera così importante per la Sanità Piemontese e la Città di Torino.

Ma la decisione comunicata dall’assessore regionale alla Sanità Luigi Icardi, di non spostare, almeno per un primo momento, Regina Margherita e Sant’Anna ha scatenato la querelle. Non è d’accordo sul mantenimento dell’autonomia dei due ospedali Marco Grimaldi Capogruppo di Liberi Uguali Verdi in Regione Piemonte a cui la cosa.

More Stories