Il 19 in Piemonte

Sono arrivati i medici volontari per aiutare il Piemonte.

1 min read

Sono finalmente arrivati in Piemonte i primi 22 medici volontari del Governo in aiuto agli ospedali del territorio. Ad accompagnarli è stato il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia. L’aereo della Guardia di Finanza che li ha portati a Torino è atterrato all’Aeroporto di Caselle intorno alle 17 di ieri, giovedì 2 aprile. 

Ad accoglierli c’erano le istituzioni cittadine e Alberto Cirio, visibilmente commosso: “È una cosa che mi ha lasciato la malattia, nel senso che avendo vissuto il corona virus dentro di me e avendo vissuto come si sta in quei 15 giorni in cui temi da un minuto all’altro che la situazione possa aggravarsi e che si possa entrare in crisi, capisco cosa stanno vivendo tanti piemontesi. L’idea che i medici vengano qua volontariamente ad aiutarci mi ha fatto commuovere”.

Medici che andranno ad aiutare il sistema sanitario piemontese: “Sono fondamentale perché possiamo avere letti e ventilatori però poi servono le persone che li azionino. Qua abbiamo anestesisti, rianimatori, persone che dalla pensione sono tornate in pensione”. E poi Cirio ha raccontato la storia di un’anestesista di Arezzo che ha smesso i panni della nonna per tornare in prima linea.