Il 19 in Piemonte

828 milioni di euro per la Metro 2 di Torino.

1 min read

Con 35 voti favorevoli di maggioranza e buona parte delle opposizioni, il Consiglio comunale di Torino ha finalmente approvato la seconda variazione al piano finanziario 2020 che, fra le altre cose, iscrive a bilancio gli 828 milioni assegnati a Torino per avviare i lavori del metrò 2.

“La nostra amministrazione – ha affermato la sindaca Chiara Appendino – ha più volte detto che il metrò 2 è un’opera prioritaria e ha avviato il confronto, che non è mai mancato e non mancherà, con il Consiglio comunale. La variazione di bilancio di oggi è l’atto in cui recepiamo tecnicamente e formalmente le entrate per cui abbiamo lottato a lungo e per cui vogliamo ringraziare ancora il governo e trasmette l’interesse o meno della Città di spingere su questa infrastruttura, quindi accolgo con favore il voto positivo delle varie forze politiche. Ora ci sono valutazioni in corso su diversi aspetti su cui, quando sarà il momento, c’è tutto l’interesse al far sì che il dibattito sia pubblico”.

Fra i voti a favore ci sono quelli della Lega e del Pd. “Che la sindaca dica con chiarezza – ha osservato il capogruppo Dem Stefano Lo Russo – che il percorso tecnico e politico successivo all’incameramento delle risorse avverrà nella sede propria del Consiglio comunale è un elemento per noi importante di novità e vogliamo quindi fare un atto di fiducia reciproca votando a favore convinti che occorra anche una delibera di indirizzo politico su questi temi”.