Il 19 in Piemonte

Una nuova vita per la ferrovia Pinerolo – Torre Pellice?

1 min read

Una pioggia di mail ha convinto l’assessore ai Trasporti della Regione, Marco Gabusi, a prendere tempo fino all’autunno e a tenere aperte tutte le strade per il tratto ferroviario Pinerolo Torre Pellice. Prima dell’emergenza Covid infatti la ferrovia sembrava spacciata. A riprova i lavori di smantellamento iniziati ad aprile. Scelta che secondo i pendolari sarebbe stata presa in autonomia da Rfi.

Una volta terminato il lockdown gli animatori del comitato hanno organizzato un mail bombing che ha preso di mira le caselle di posta della Regione, dal governatore Cirio allo stesso assessore Gabusi, oltre ai vari rappresentanti di territorio. Il servizio costituisce un drastico miglioramento dell’offerta di trasporto attuale, non solo in grado di ridurre i tempi di percorrenza di oltre il 40 percento, ma anche rendendo la linea appetibile per aree confinanti “. Un’ennesima presa di posizione dopo la ventilata possibilità del smantellamento della linea, filtrato a febbraio, rispetto al rilancio prospettato con la gara vinta da Trenitalia. Lo stesso assessore Gabusi non prende impegni. “Ritengo doveroso essere molto chiaro e molto esplicito rispetto al fatto che, passata questa emergenza, dovremo ulteriormente confrontarci con il territorio perché, anche su una tratta ferroviaria di pochi chilometri, ci sono ragionamenti complessi da fare proprio con chi vive le problematiche dell’area” .