Il 19 in Piemonte

Torino sarà la sede principale per l’Istituto Italiano per l’Intelligenza Artificiale.

1 min read

Alla fine la sfida tra Milano e Torino è stata vinta dal capoluogo lombardo. La presidenza del Consiglio ha infatti individuato Milano come “candidata ad ospitare il Tribunale Unificato dei Brevetti”, mentre Torino viene indicata come sede principale per l’Istituto Italiano per l’Intelligenza Artificiale . “L’obiettivo – spiega una nota di Palazzo Chigi – è creare una sinergia tra le due città e il governo e allo stesso tempo consolidare l’asse nord-ovest del Paese: una strategia che renderebbe ancor più forti Milano e Torino e, con esse, l’Italia”. Dunque Milano sarà la città candidata italiana ad ospitare la divisione centrale del Tub (Tribunale Europeo Unificato dei Brevetti) specializzata in chimica, farmaceutica e life sciences, divisione che a seguito della Brexit non sarà più mantenuta a Londra.
Torino è stata invece scelta come sede principale per l’Istituto Italiano per l’Intelligenza Artificiale (I3A), il network che coordinerà le varie attività di ricerca in questo campo e che costituirà uno dei tasselli principali della strategia definita dal ministero per lo sviluppo economico  Si tratta di una struttura di ricerca e trasferimento tecnologico capace di attrarre talenti dal mercato internazionale e, contemporaneamente, diventare un punto di riferimento per lo sviluppo dell’intelligenza artificiale in Italia, in connessione con i principali trend tecnologici (tra cui 5G, Industria 4.0, Cybersecurity)”, spiega Palazzo Chigi, che aggiunge: “I settori principalmente coinvolti saranno quelli della manifattura e robotica, IoT, sanità, mobilità, agrifoood ed energia, Pubblica amministrazione,  cultura e digital humanities, aerospazio”.