Il 19 in Piemonte

E’ arrivato il maltempo in Piemonte.

2 min read

Piazza San Carlo deserta per la pioggia incessante, Torino,6 Novembre 2011. ANSA/ ALESSANDRO DI MARCO

Il bel tempo ha lasciato il Nord Italia e anche il Piemonte. L’alta pressione che ha caratterizzato il fine settimana, portando sole e temperature finalmente in linea con i valori del periodo, è destinata, a cedere, a causa di una perturbazione in arrivo dall’Oceano Atlantico. 

“Una saccatura atlantica lambirà l’Italia nei prossimi giorni, mantenendo il tempo spesso instabile in primis al Nord, ma in parte anche al Centro”- confermano i meteorologi. Le prime locali piogge sono attese si sono già viste oggi, luned’ 26 aprile, ma sarà tra martedì e giovedì che avremo piogge e temporali più frequenti, localmente anche di una certa intensità. Come detto coinvolte soprattutto le regioni del Nord, ma anche il Centro, in primis Toscana, Umbria e Marche”. 

Le precipitazioni, previste per martedì 27, si verificheranno a intermittenza: anche le aree più interessate godranno infatti di parentesi asciutte con delle aperture. Non mancheranno le nevicate sopra ai 1600 metri. Mercoledì 28 è prevista ancora una giornata all’insegna delle nuvole, ma i piovaschi sono attesi solo a ridosso dei rilievi.  Le temperature si abbasseranno rispetto a quelle di questo fine settimana. Le massime previste saranno tra i 15 e 18 gradi; le minime tra i 7 e i 9°C. 

“I venti da Sudovest – continuano i meteorologi – soffieranno anche sostenuti in quota e trascineranno concentrazioni anche piuttosto elevate di pulviscolo sahariano verso il Mediterraneo e l’Italia. Potremo così notare cieli a tratti giallognoli e pioggia ‘sporca’ laddove vi saranno precipitazioni”.

“Anche per il prossimo weekend – concludono gli esperti – si prospetta una situazione piuttosto analoga a quella prevista in settimana, con una Italia contesa tra qualche pioggia o temporale ancora possibile al Nord e in parte al Centro, e condizioni più assolate al Sud. Si tratta però di una linea di tendenza ancora in fase di analisi e non definitiva”.